La lente degli analisti su Cr Firenze-Intesa

da Milano

Fitch ha messo sotto osservazione con implicazioni positive i «rating» di banca Cr Firenze, dopo la conferma di trattative in corso con Intesa Sanpaolo in vista di un'aggregazione. Confermati i giudizi sull'istituto milanese, il cui outlook resta «stabile». Per WestLb, invece, l’operazione merita un ribasso sulle prospettive del titolo Intesa Sanpaolo, a «add» da «buy». Dopo l'annuncio dell'avvio delle trattative per l'acquisizione del controllo di Carifirenze, secondo la banca d'affari che sul titolo ha un target price di 6,9 euro, il rischio è che Intesa Sanpaolo paghi un prezzo eccessivo per l'asset fiorentino. Il limitato spazio di crescita potenziale del titolo inoltre non giustifica una raccomandazione d'acquisto. Di certo Intesa Sanpaolo vuole migliorare la sua presenza, specialmente in regioni come «la Toscana, le Marche e l'Emilia Romagna» dove è meno forte e dove «può anche fare delle acquisizioni»: Lo ha ribadito ieri l'ad Corrado passera in un'intervista a Les Echoes.