Per le lenti speciali si paga un euro in più

Cominciamo col dire che chi porta quotidianamente gli occhiali potrà vestire comodamente sopra i suoi anche quelli necessari alla visione dei film in tre dimensioni. Perché quelle lenti - tengono a precisare i gestori delle sale che si sono attrezzate per il 3-D - sono ampie e comode. Ma anche costose. Il prezzo d’acquisto? Cinquanta dollari al pezzo, e scusate se è poco. Ecco perché armarsi di occhiali per vedersi il film in 3-D costa allo spettatore un euro in più a biglietto. All’entrata il rito è il seguente: si consegna la propria carta d’identità e si ricevono gli occhiali. Dopodiché, una volta entrati in sala, per potersi godere lo spettacolo si dovrà sperare nell'adeguata luminosità dello schermo: sì perché le lenti speciali in qualche modo attenuano la percezione esatta dell'immagine. Agli «occhialoni», insomma, ci si deve abituare.