Leon è il migliore Modesto sì ma solo di nome

PELIZZOLI 6. Fa correre molti brividi lungo la schiena dei compagni per un’uscita a farfalle, ma la parata su De Rossi quando ancora si era sullo 0-0 è decisiva.
LANZARO 6,5. Una piccola amnesia su Mancini, ma in generale una prova orgogliosa e combattiva contro la squadra che lo ha cresciuto quando era giovanissimo.
A.LUCARELLI 7. Detta legge in fase di retroguardia, importante un salvataggio su Totti nell’unica vera occasione concessa al capitano giallorosso.
ARONICA 6,5. Chiude bene i varchi nelle rare sortite giallorosse e si fa sentire sui tacchetti degli avversari. E sfiora anche il gol.
MESTO 6,5. Qualche cross è inguardabile e fa arrabbiare Mazzarri, ma ne basta uno che verrà ricordato a lungo: quello che manda in gol Amoruso.
LEON 7,5. Il migliore in campo: crea occasioni, impegna il portiere, rientra a centrocampo per aiutare i compagni. Insomma prestazione da incorniciare.
AMERINI 6,5. Il duello con i centrocampisti della Roma non è di quelli facili, ma lui si destreggia con esperienza e malizia (dal 43’ ST TOGNOZZI SV).
TEDESCO 6. Non è certamente il giocatore ammirato nei giorni migliori, protesta troppo con l’arbitro e si concede qualche pausa. Dà comunque il suo contributo.
MODESTO 7. Dalla sua parte contiene benissimo il “fragile” e giovane Rosi. Oltre che contenere, ogni tanto si concede qualche discesa pericolosa. Dimostra qualità.
AMORUSO 7. Una rete pesantissima e bella, la prima stagionale per l’attaccante riadattato centrocampista offensivo (dal 22’ ST ESTEVES 6. Aiuta la squadra a mantenere il risultato, peccato per l’ammonizione).
BIANCHI 6. Meno brillante di altre occasioni, il bomber del campionato si mette al servizio della squadra e apre spazi nella difesa ospite (dal 45’ ST MISSIROLI SV).
All. MAZZARRI 7. Una vittoria da manuale, frutto di uno spirito gagliardo della squadra. Dopo una prova così, la penalizzazione fa meno paura.