Leonardo imita Mou:«Basta con i drammi sull'Inter, sennò me ne vado»

L'allenatore nerazzurro irritato dalle critiche. «Prendetevela con me, non con la squadra. Non ce la faccio a tener dietro e tante chiacchiere. O mi prendete così o mi lasciate»

Finalmente si è arrabbiato. La sconfitta con la Juventus e le critiche che ne sono derivate hanno provocato una decisa reazione di Leonardo. L'allenatore dell'Inter, alla vigilia del recupero di campionato contro la Fiorentina, ha alzato i toni per la prima volta da quando è ad Appiano Gentile: «La partita di Torino è stata equilibrata - ha detto - Criticare Eto'o è fuori dal mondo, c'è stata una lettura tecnica che non c'entra niente, io con questi drammi non ce la faccio. Certo che volevamo vincere e non ci siamo riusciti ma da qui a dire che eravamo morti...». Leonardo ha sentito il fuoco della critica, forse qualche venticello societario ed allora il predicator cortese si è trasformato in un agguerrito Mourinho alla brasiliana. Difesa della squadra. «Prendetevela con me, non con questa squadra: mi fa arrabbiare come parlano di questa Inter».
Secondo il presidente Moratti, l'Inter ha il dovere di provare a vincere lo scudetto: «Il presidente ha ragione - ha risposto Leonardo - è normale che dica così ma io non riesco a fare tutti questi conti. È ancora tutto aperto, nessuno può dire di aver vinto. Io punto a una squadra che giochi bene e oggi l'Inter è la migliore squadra del mondo. Non riesco a entrare in questi drammi: o mi prendete così o mi lasciate. Poi se non ce la farò, non è che starò qui per tutta la vita...». E se qualcuno pensa che il soggetto sia un po' permaloso, se lo tolga di testa. «Non lo sono. Io leggo i giornali e cerco un comportamento coerente». Sembra il Leonardo che cominciò a litigare con Berlusconi ai tempi del Milan. Solo un caso?