Leonardo spiegato agli aspiranti artisti e ingegneri

Ancora Leonardo. Continua l’esposizione allestita nella chiesa di Santa Maria del Popolo in vista della riapertura delle scuole. Gli studenti, infatti, per visitare Il genio di Leonardo da Vinci, la mostra che raccoglie oltre 50 invenzioni leonardesche pagheranno solo 3 euro, mentre gli insegnanti che li accompagnano entreranno gratis. In più per le scolaresche in omaggio c’è un dvd con la vita e le opere di Leonardo e un cd con le musiche della lira leonardesca. Per questa nuova apertura è stato anche ampliato il numero dei modelli di macchine a grandezza naturale e vengono esposte per il pubblico le uniche copie dei Codici Leonardeschi fedelmente riprodotti. Il tutto fino al 24 novembre.
In effetti nel corso dell’anno nella sala del Bramante si sono alternati più di 300mila visitatori per ammirare l’esposizione che si propone di documentare, attraverso la mostra di modelli che interpretano i progetti originali, il genio di Leonardo inventore e ingegnere. Queste macchine esercitano un grande fascino, specie sui più piccoli: spaziano infatti, nei settori più diversi, dalle macchine volanti a quelle per la guerra, dai dispositivi meccanici all’ingegneria civile. In ogni caso si tratta di prototipi riprodotti dai disegni di Leonardo da Vinci contenuti nei vari Codici (Atlantico, Hammer, Trivulziano ecc.) e ricostruiti da abili artigiani sotto la supervisione degli ingegneri. Le macchine sono realizzate in legno, metallo e stoffa, in scala o a grandezza naturale.
L’aspetto più singolare e affascinante, però, è garantito dalla funzionalità delle macchine e dal grande livello di interattività espressa su strumenti dal carattere museale che i visitatori possono manovrare e vedere in funzione.