«Leonardo traditore e mercante»

De Carli

«Ma chi è, cosa fa? Non lo capisco. Che mestiere fa?». Ogni tanto Maradona parte forte ed è ancora inarrestabile. È bastata una domanda di quelli di Canal Plus per scatenare tutte le sue perplessità su Leonardo, attuale dirigente del Psg: «Non capisco se sia un giocatore, un allenatore, un agente, un traditore, o un mercante di petrolio». È sempre stato molto difficile capire quale pensiero si fosse impadronito del Diego e su quale tangente scarrozza. Quando giocava era tutto più semplice, anche gli storditi riuscivano a capire cosa stava facendo, ma adesso è complicato. Forse l’unico aggancio è l’intervista di una rete francese e un brasiliano che allena il club della capitale: «Non l’ho capito quando è passato dal Milan all’Inter e capisco ancora meno quello che fa oggi con il Psg. Che sia un lobbista? Finora non si erano mai visti questi ruoli nel calcio. Andare dal Milan all’Inter e come passare dal Boca al River. È un tradimento! Ma i traditori sono sempre là e firmano contratti con quelli che hanno molti soldi, proprio come quelli che hanno comprato il Paris Saint Germain. Dunque in questo caso sono io quello che ha torto e lui quello che ha ragione». L’attuale allenatore dell’Al Wasl ce l’aveva con Leonardo, però poi si quieta, a conoscerlo non è un tipo pericoloso, poi gli passa, lui ci vuole bene.