Il «leone Celestino» al Manzoni lotta contro le malattie congenite

È nato da una favola inventata per i propri nipotini da due nonni, Agostino Guardamagna e Giancarlo Longoni, il musical «Celestino leone vegetariano», lo spettacolo a scopo benefico che sarà messo in scena questa sera, in data unica, al Teatro Manzoni di Milano. Sul palco saranno impegnati anche 22 ragazzi tra i cinque e i 12 anni, mentre sono un centinaio le persone che hanno contribuito alla realizzazione, in gran parte volontari. Il musical ha debuttato nel marzo di quest’anno al teatro di Rivanazzano Terme (Pavia), dove le tre repliche hanno riscosso un buon successo. La storia che viene messa in scena è quella del piccolo leone Celestino. Nel sogno di un nonno, il leoncino assiste all’uccisione di uno gnu e ne rimane sconvolto. Prende allora una decisione importante: smette di mangiare carne e annuncia di essere diventato vegetariano. Ne nasce una piccola rivoluzione, perché la comunità di animali in cui Celestino vive è messa in subbuglio dalla sua scelta. Le musiche sono in parte originali, in parte melodie popolari sulle quali sono stati adattati i testi.
«Lo spettacolo affascina i piccoli per i costumi, la storia e le atmosfere, ma diverte anche gli adulti - spiega Guardamagna, uno dei due autori -. Nel testo, infatti, ci sono tanta ironia e riferimenti all'attualità». I costumi sono stati realizzati da costumiste volontarie, dice Guardamagna: «Si tratta di uno spettacolo a scopo benefico e il preventivo che ci era stato sottoposto era proibitivo. Alcune volontarie esperte di sartoria hanno creato i costumi, anche quelli complicati, e poi bellissimi, dei leoni, dei coccodrilli e degli altri animali».
Il ricavato della serata sarà devoluto all'Associazione prevenzione malattie metaboliche congenite, presieduta Marcello Giovannini, che si occupa della ricerca per la cura e la diagnosi delle malattie metaboliche di tipo congenito presso la Clinica pediatrica dell'Ospedale San Paolo di Milano. I biglietti (15 euro gli adulti e 7/5 i ragazzi) sono in vendita presso il Teatro Manzoni, dove lo spettacolo andrà in scena alle ore 21 (info: tel. 800-914350 e 02-7636901).