L'era del correttore a prova di selfie

Margherita Tizzi

«Con l'affermarsi dei social network e dei selfie, le donne si confrontano sempre più spesso con la loro immagine e la loro bellezza attraverso uno schermo - racconta Peter Philips, direttore della creazione e dell'immagine del makeup Dior -. Per questo la maison ha creato nei backstage delle sfilate Fix It Colour, una linea di quattro correttori cromatici che non richiedono particolari abilità, così che ogni donna possa diventare la perfetta make-up artist di se stessa». Da sfumare sulla pelle come un blur (il fotoritocco in crema), questi stick agiscono, con un solo gesto, sulle imperfezioni del colorito, della zona occhi e delle labbra, e si applicano dopo il fondotinta ed eventualmente prima del contouring. In particolare, il filtro 200 Albicocca ravviva i coloriti spenti, attenua le zone di iper-pigmentazione o le macchie scure, cancella le occhiaie tendenti a un colorito olivastro ed è ideale per le carnagioni opache. Il 300 Giallo, perfetto per le pelli chiare, attenua le zone d'ombra tendenti al violaceo (occhiaie, piccoli rossori, capillari visibili) e ravviva le labbra scure che possono alterare il colore del rossetto. Il 100 Blu, se applicato in modo mirato o con la tecnica del contouring, uniforma e distende i tratti del viso affaticati, ridando luminosità. Infine, il filtro 400 Verde cancella gli arrossamenti dovuti agli sbalzi di calore, ai capillari visibili e alle imperfezioni dell'incarnato. «L'idea di correggere sfruttando il colore o i contrasti non è una novità, ma oggi le formulazioni sono notevolmente cambiate e con esse le aspettative delle donne - continua Philips -. D'altronde, nella loro quotidianità, fanno i conti con la realtà, non con il mondo virtuale». Della stessa opinione Davis Factor, fotografo e fondatore di Smashbox Cosmetics, che, però, sottolinea: «La macchina fotografica cattura più dettagli rispetto all'occhio nudo, questo significa che anche le imperfezioni sono accentuate. I nostri Color Correcting Stick permettono ai nostri makeup artist di correggere istantaneamente e direttamente sul set, ottenendo in camera una pelle perfettamente naturale». I quattro prodotti, setosi e cremosi, da usare prima del fondotinta liquido o come ritoccare finale, nascondono i segni su qualsiasi tonalità di pelle. Nello specifico: il verde cancella i rossori; il lavanda dona maggiore luminosità al viso giallo e spento; il pesca corregge le occhiaie e l'iper-pigmentazione di una pelle chiara, al contrario dell'arancione, che agisce sull'incarnato più scuro. Infine, i due tascabili Color Correcting Stick di Marc Jacobs Beauty: Bright Now, una combinazione di tonalità rosa e porpora per illuminare, e Co(vert) Affairs, che combina vivaci nuance gialle al verde mela per nascondere gli arrossamenti. La loro texture leggera e setosa permette un'applicazione semplice, sia come base su tutta la superficie del viso, sia per rifinire zone specifiche.