Le lesioni al midollo spinale colpiscono 70mila italiani

In Italia vivono 70 mila persone con disabilità colpite da lesione spinale e l'80% di queste ha un'età compresa tra i 20 e i 40 anni. Si stima che ogni anno vi siano 50 nuovi casi per milione, quindi oltre 2 mila persone. Di questi pazienti si è discusso al 26° Congresso nazionale della Società medica italiana paraplegia, una società scientifica multidisciplinare che ha al centro della propria attenzione la salute, il recupero funzionale e la qualità di vita delle persone che hanno una lesione del midollo e che si occupa di tutto ciò che ha a che fare con le alterazioni funzionali e motorie, soprattutto post traumatiche. Le necessità di questi pazienti sono diverse a seconda della sede e della lesione e della invalidità: vanno dalla paraplegia alla tetraplegia con la necessità di un approccio multi-specialistico alle diverse problematiche fisiche, psicologiche, familiari e sociali che le persone devono affrontare e alla necessità di confronto tra discipline mediche.Negli ultimi anni il numero dei casi tende a diminuire grazie all'adozione dei caschi e delle protezioni per ciclisti, motociclisti, sciatori, ma molto si deve ancora fare sul piano della prevenzione e per garantire la migliore qualità e autonomia di vita a chi è colpito.