Al via l'esodo estivo: dieci milioni in viaggio Sono Milano e Roma le città più "spopolate"

Dieci milioni di italiani lasciano le città per la villeggiatura: ma cinque di loro staranno via solo per un weekend. L'esodo vero e proprio è previsto l'ultimo weekend di luglio. Le città più &quot;spopolate&quot;: Milano (39%), Roma (33%), Bologna (30%) e Torino (29%). Sono 1,5 milioni gli stranieri in vacanza in Italia. <strong><a href="/meteo/index.pic1" target="_blank">GUARDA LE PREVISIONI METEO<br />
</a></strong>

Milano - Anche quest'anno è iniziata la "fuga" dalle città per gli italiani, alle prese con l’esodo estivo del terzo fine settimana di luglio. Secondo i calcoli dell’associazione dei consumatori Telefono Blu, saranno cinque milioni gli italiani ad allontanarsi solo per il weekend, mentre altri cinque milioni partiranno per le ferie vere e proprie. In totale, 10 milioni di persone che si riverseranno nelle principali località di vacanza. Il prossimo fine settimana sarà ancora di "spopolamento" per le città ma l’esodo più massiccio è previsto per l’ultimo weekend di luglio. Sulle partenze degli italiani pesa l’aumento della benzina, mentre è positivo, spiega Telefono Blu, il fatto che i prezzi non sono aumentati praticamente in tutta Italia e addirittura in un caso su due tutti i servizi (alberghi, residence, campeggi, villaggi, ristoranti, locali, stabilimenti balneari) sono diminuiti, con promozioni e sconti.

Gli stranieri in Italia E se gli italiani scappano dalle città, a riempirle, almeno parzialmente, arriveranno 1,5 milioni di stranieri, che si aggiungono ai due milioni già presenti.

Attenzione ai bollini rossi Le giornate da bollino rosso per l’esodo restano quelle del fine settimana, specialmente il sabato per le partenze, e la domenica per i ritorni. La città più spopolata sarà Milano, con il 39% di cittadini in meno, seguita da Roma con il 33%, Bologna con il 30%, Torino con il 29%.

Ecco dove si va in vacanza Chi decide di passare le vacanze in Italia si reca, per il 25%, nelle proprie abitazioni estive, il 31% in albergo. Campeggi, residence e villaggi turistici accoglieranno insieme oltre il 20% della domanda,in leggera crescita gli agriturismi. Un 18% trova alloggio nelle abitazioni in affitto. Le scelte dei vacanzieri mettono ancora una volta al primo posto al 68% il mare, mentre il 12% preferisce la montagna, 10% i laghi, il 5% sceglie le città d'arte. Chi va all'estero punta su Isole Baleari, Isole greche, Caraibi, Brasile, Nord America, ma in crescita sono anche l’estremo oriente e le capitali europee.