Letta premiato assieme a Ruini

Roma. Un accostamento «che mi fa quasi arrossire». Così Gianni Letta si è schermito ritirando ieri insieme con il cardinale Camillo Ruini, vicario uscente del Papa per la Diocesi di Roma, il premio assegnato dall’università Cattolica agli «amici» dell’ateneo. Ma anche nelle motivazioni del riconoscimento il sottosegretario alla presidenza del Consiglio è accomunato al porporato per «la misura, come criterio di responsabilità istituzionale e di realismo», per una «cristiana visione del mondo e l’applicazione di un efficace stile di governo». Commentando le parole pronunciate dal Papa all’assemblea della Cei Letta ha rilevato che «costituiscono il migliore viatico per chi ha responsabilità di governo per riprendere il cammino in questo momento così tormentato e incerto per la vita nazionale».