la lettera di Anna Molinari

Caro direttore,
desidero esprimere la mia personale opinione riguardo alle problematiche emerse dalla stesura del prossimo calendario di Milano moda donna. Come sottolineato in maniera puntuale da Diego della Valle sulle pagine de il Giornale, credo che la settimana della moda milanese sia un’opportunità per tutti, addetti ai lavori e non, di cui beneficia non solo Milano stessa ma tutto il made in Italy. È giusto abbandonare logiche individualiste per recuperare una compattezza di sistema che deve trovare uniti stilisti, buyers e Camera della Moda nella proposta di un programma chiaro ed efficace. La progressiva riduzione dei giorni di calendario, stagione dopo stagione, ci porterà nel tempo alla riduzione del nostro prestigio internazionale, a favore dei competitors francesi ed americani. La stampa internazionale, seppur influente, non può in alcun modo condizionare la settimana della moda milanese ed è necessaria una risposta netta e condivisa da parte del sistema moda italiano. Con una reale assunzione di responsabilità, in questo delicato frangente, da parte di tutti noi stilisti.