Lettera dell’Enel all’Antitrust Ue

Enel scende di nuovo in campo contro la fusione Suez-Gdf. Il gruppo elettrico italiano ha inviato all'Antitrust europeo alcuni rilievi per contestare l'operazione che di fatto ha messo all'angolo le sue ambizioni Oltralpe. Le osservazioni sono state spedite presso gli uffici del commissario europeo alla Concorrenza, Neelie Kroes, giusto in tempo per rispettare la scadenza del primo giugno, data entro cui le parti terze potevano sollevare dei rilievi sul progetto di fusione. Entro il 3 luglio Bruxelles deciderà se dare il via libera all'operazione o avviare un'indagine approfondita. Un'eventualità quest'ultima che molti osservatori ritengono più che probabile.