Lettera del marito per Alberica: «Una gioia vivere al tuo fianco»

Esattamente 20 anni, nel comprensorio romano dell’Olgiata, veniva uccisa Alberica Filo Della Torre, esponente della nobiltà romana, e ieri il marito, Pietro Mattei, ha voluto ricordarla pubblicamente con un messaggio d’amore («Quanto ho fatto è nulla rispetto alla gioia che mi ha dato vivere al tuo fianco») fatto pubblicare su alcuni quotidiani, circondato da un’elegante cornice grafica e contenente una foto della moglie sorridente. Mattei, che un tempo fu addirittura sfiorato dal sospetto di essere il mandante del delitto, successivamente, pretese la riapertura delle indagini culminata, a pochi mesi dal ventennale del delitto, nella scoperta dell’assassino, il domestico filippino Winston Manuel Reyes. La contessa sarebbe stata uccisa perché sorprese l’ex domestico che rubava gioielli nella sua camera da letto. E soltanto i nuovi esami del Dna lo hanno incastrato lo scorso marzo.