Lettera al ministro: «Malpensa è fondamentale»

La lettera, datata 10 gennaio, è stata recapitata sulle scrivanie del ministro delle Attività produttive, Pierluigi Bersani, del governatore lombardo Roberto Formigoni, del presidente della Provincia di Milano, Filippo Penati e del sindaco Letizia Moratti. In quel documento, il Comitato fiere industria manifesta tutte le proprie preoccupazioni per l’affaire Malpensa e per le conseguenze che un declassamento dello scalo avrebbe sul sistema fieristico milanese. E chiede a gran voce che nella valutazione delle possibili soluzioni per il futuro dell’aeroporto si tenga conto della valenza economica del comparto, oltre che della sua ricaduta positiva sull’intero sistema-Paese.
La piazza lombarda, d’altronde, riveste per il Cfi un’importanza strategica: gravita su FieraMilano, infatti, quasi il 50% dell’attività dei suoi associati, che vi organizzano annualmente oltre 30 manifestazioni per un totale di circa 1.600.000 visitatori, il 26% dei quali stranieri. Una massa imponente che, in buona parte, si avvale proprio dell’aereo per raggiungere la città. «Il nodo aeroportuale di Malpensa e Linate costituisce un indispensabile punto di riferimento per gli operatori esteri che gravitano sulle fiere che si svolgono a Milano e negli altri centri del Nord Italia - sottolinea Franco Bianchi, segretario generale del Cfi - e declassare Malpensa renderebbe meno competitivo il sistema fieristico milanese nei confronti dei competitor europei, privando le imprese italiane di un prezioso strumento di promozione e internazionalizzazione».