Letteratura erotica all’asta con Louÿs e Pietro Aretino

Andrà all’asta oggi a Parigi una parte dell’esposizione della collezione di letteratura erotica di Gerard Nordmann, uomo d’affari svizzero morto nel 1992. Fra il materiale all’incanto, il Catalogo cronologico e descrittivo delle donne con cui ho fatto l’amore, un quaderno manoscritto, illustrato con fotografie e tenuto con cura dallo scrittore Pierre Louÿs tra i suoi 18 e 25 anni, fino al 1895 (base d’asta 60.000 euro). In totale sono oltre mille i pezzi di letteratura erotica, datati dal 1527 al 1975, tra libri, manoscritti, lettere e documenti, mai dispersi prima d’ora. La seconda parte della collezione sarà messa all’asta il prossimo ottobre. Tra le opere ci sono i manoscritti originali del contadino Alexandre-Jean-Joseph Le Riche de la Popeliniere (1693-1742) intitolati Les tableaux des moeurs du temps dans les differents age de la vie (1750) di cui si conoscono solo due stampe e che sono stati valutati tra i 100mila e i 150mila euro. I Sonetti lussuriosi di Pietro Arentino (1492- 1556) - unico esemplare illustrato con le famose «posizioni» del pittore Giulio Romano nell’edizione del XVI secolo che fu prima vietata, poi imitata (e da poco ripubblicata in Italia dall’editore Salerno) - sono considerati la prima opera erotica dei tempi moderni e sono stimati tra i 250mila e i 350mila euro. Tra le produzioni più recenti si trovano Le grand ordinaire di André Thirion con i disegni di Oscar Dominguez, del 1934, a partire da 45mila euro; c’è anche l’originale del celebre romanzo erotico Histoire d’O - 625 pagine manoscritte a matita e penna a sfera blu da Dominique Aury sotto lo pseudonimo di Pauline Reage - pubblicato nel 1954 da Jean-Jacques Pauvert e che viene stimata tra gli 80mila e i 120mila euro.