Lettere all’asta «Non vedo la luce» Le confessioni di Diana all’estetista

La solitudine e l’angoscia della principessa. Una serie di lettere personali di Lady Diana alla sua estetista che raccontano le sue ansie e i problemi con Carlo d’Inghilterra. Le 30 lettere, messe all’asta a Londra, furono scritte in cinque anni a partire dal 1985, quando il principe William aveva solo tre anni e Harry era nato da un anno. La principessa si confida con l’estetista Janet Fieldman. In una lettera dell’agosto 1997, in crisi con Carlo, confessa: «So che ti importa davvero e questo per me vuol dire molto. Mi piacerebbe essere in grado di affrontare la sete di notizie su di noi dei media e della gente ma dopo sei anni lo trovo sempre più difficile e non riesco a vedere la luce in fondo al tunnel». E aggiunge: «So che ci sono un milione di persone che stanno peggio di me ma alla fine devo vivere con me stessa e dal punto di vista emozionale ora sono confusa e instabile».