Il Levante dà in adozione i suoi giardini

Fabrizio Graffione

Dai giardini antistanti la chiesa di Santa Teresa a quelli di piazza Savonarola, via Benedetto XV, piazza Paolo da Novi e piazza Rossetti. Una squadra di volontari appassionati del pollice verde è stata arruolata dalla circoscrizione Medio levante per collaborare anche con Aster e Amiu alla manutenzione e alla presenza negli spazi pubblici dedicati ai cittadini.
L'iniziativa parte in questi giorni ed è già stata collaudata nei mesi scorsi dal presidente della delegazione Pasquale Ottonello. Ieri è stato presentato l'accordo che prevede il contributo dell'associazione volontari Scab a integrazione dell'operato di ciascuno soggetto istituzionale. I pollici verdi indosseranno le pettorine gialle, con il simbolo del comune di Genova e quello della circoscrizione di medio levante, in modo tale da essere riconosciuti anche dal pubblico che frequenta i giardini. Lavoreranno, quindi, in stretto contatto con gli organi istituzionali, che comunque effettueranno un monitoraggio dell'opera dei volontari.
Integrazioni e modifiche necessarie al programma realizzato dalla circoscrizione saranno concordati di volta in volta con gli interessati e l'attività si svilupperà nei siti individuati a seconda delle esigenze della cittadinanza. Il progetto, in fase sperimentale, ha la durata di un anno, ma rinnovabile se verranno conseguiti i risultati sperati.
«Con questa iniziativa - spiega Ottonello - abbiamo voluto coinvolgere quei cittadini che si sono dimostrati nel tempo interessati e preparati ad affrontare un lavoro di integrazione seria e collaborativa con Aster e Amiu. L'associazione di volontari Scab ha queste caratteristiche e ci sembrava opportuno valorizzare il loro lavoro e anche alcune loro proposte. Hanno risistemato alcune aiuole e giardini in via dei Fiori, sotto lo stadio Carlini, rendendo fruibile e pulendo, anche con un decoro di alto livello, quelle aiuole e quei giardini. La popolazione ha apprezzato molto l'opera e quindi abbiamo deciso di estendere il compito di Scab anche ad altri siti all'interno della nostra circoscrizione. Tra i volontari ci sono anche alcuni giovani che si dedicano con entusiasmo ai progetti».
Per il presidente Ottonello la fruibilità dei giardini del levante genovese è aumentata negli ultimi anni. Sono stati ripuliti e resi disponibili numerosi spazi che prima, invece, erano abbandonati. C'è poi il programma del Comune portato avanti dalla circoscrizione per quanto riguarda l'affidamento e l'adozione del verde cittadino.
Il Medio levante è a buon punto con una quindicina di aiuole e giardini convenzionati per gli interventi di manutenzione. Quest'anno gli affidamenti hanno riguardato via dei Fiori e via Vernazza, i viali Bernabò Brea e via Massone, piazza Palermo, mentre le adozioni, cioè gli interventi di manutenzione sostitutivi, sono state concordate per l'incrocio tra via Caprera e via Cavallotti, tratti di corso Italia, i giardini Govi di Punta Vagno, via Rosselli, la rotonda di via Piave, via Amendola, via Rosselli.