«Lewis si crede Superman ma è solo senza cervello»

Singapore. Dice Alonso: «Il podio era purtroppo impossibile. Non eravamo abbastanza veloci e, anche se ci siamo ritrovati in qualche fase al terzo posto, sapevamo che prima o poi ci avrebbero sorpassato. Certo, se azzecchiamo la partenza, se avvengono degli episodi particolari e se facciamo tutto alla perfezione e oltre, allora il podio può arrivare... Poi se ci si mettono la safety-car che annulla quei pochi secondi di margine che avevamo su Webber e i doppiati distratti...». E dice Massa: «Inutile nascondere la delusione e la rabbia. Il contatto con Hamilton mi ha molto danneggiato. A fine gara ho cercato di parlargli ma lui se n’è andato senza nemmeno rispondermi: allora gli ho detto quello che pensavo nell’area interviste...». Cioè questo: «Sabato ha cercato di fare il Superman in qualifica e ora in gara, poteva causare un grosso incidente... Non usa il cervello... Lui ha pagato per il contatto, ma il problema è che non capisce anche scontando le penalità... Non ascolta le parole di suo padre, figuriamoci le mie. La Fia intervenga».