L'Expo opportunità per l'Italia, ecco perché

È quanto emerge da
una stima dell’Ufficio Studi della Camera di Commercio di Monza e Brianza. L’Expo sarà una grande risorsa per
ridare fiato all’economia, non solo quella di Milano e della Lombardia

L’onda lunga dell’Expo arriverà fino a Napoli e in Sicilia. I benefici occupazionali nel turismo raggiungeranno infatti anche il Sud Italia con 1660 nuovi posti di lavoro a Napoli, 555 a Messina e 570 a Palermo.

È quanto emerge da una stima dell’Ufficio Studi della Camera di Commercio di Monza e Brianza. L’Expo sarà una grande risorsa per ridare fiato all’economia: più di 9 miliardi sarà l’indotto turistico per la Lombardia, di cui 752 alla Brianza e 6705 a Milano. In termini di posti di lavoro, queste cifre significano solo nel settore turistico, dalla ricettività ai trasporti, 35 mila posti di lavoro in più in Lombardia, Milano esclusa. Ne beneficerà anche l’occupazione della vicina Brianza con più di 8200 posti di lavoro, prevalentemente concentrati nel settore dello shopping (circa 4.240) e nella ristorazione (3.290); Como con oltre 5.600, ma soprattutto Brescia che vedrà aumentare l’occupazione in questo settore di oltre 10 mila unità.

Sul territorio nazionale, Roma potrà contare su oltre 6.500 nuovi occupati, distribuiti principalmente nel settore ricettivo (più di 4.300) e della ristorazione (circa 1400); Venezia potrà occupare oltre 5.700 addetti. Anche nella percezione degli italiani - secondo un sondaggio della Camera di Commercio di Monza e Brianza - condotta da CedCamera su un campione di 1033 intervistati, l’Expo porterà benefici per il lavoro: infatti il 58,7% degli intervistati si aspetta grandi cambiamenti sul fronte lavorativo, seguono le attese per la visibilità internazionale (44%), per il turismo (41,4%) e per le infrastrutture (36,2%). Il 72,5% degli intervistati sa che l’Expo si terrà a Milano e ben l’86,7% è convinto che la metropoli lombarda lo meriti, perchè è la capitale economica del Paese (37,9%) e perché è una città dinamica e internazionale (48,8%). L’Expo significa anche un’opportunità per tutta l’Italia: lo ritiene il 58,5% dei cittadini intervistati.