Lexus è lusso e alta qualità

Luigi Cucchi

Negli Stati Uniti il marchio Lexus è sinonimo di lusso e alta qualità: possedere una di queste ammiraglie rappresenta a New York come a Washington, un vero status symbol. In Europa il «Luxury brand of Toyota» è molto apprezzato ma solo dagli «happy few», una ristretta schiera di automobilisti. Molti in realtà ancora non conoscono i reali contenuti qualitativi di queste auto che si distinguono per innovazione, sicurezza, comfort, cura maniacale fin nel minimo dettaglio, silenziosità. Caratteristiche non solo dei modelli maggiori, come la nuova Lexus GS 450h, presentata nei giorni scorsi al Salone internazionale di Francoforte, dotata di sofisticate tecnologie, elegante senza ostentazione, sportiva senza inutili eccessi. Il motore non è un 4.5 litri, come potrebbe far pensare la sigla 450, ma un gruppo propulsivo ibrido totalmente inedito, caratterizzato da un motore a scoppio di 3.5 litri con 6 cilindri a V che eroga 286 cavalli a iniezione combinata (diretta e indiretta) al quale è stato accoppiato un motore elettrico a magneti permanenti da oltre 190 cavalli. La potenza massima combinata sviluppata dai due propulsori è di 340 cavalli. Le prestazioni di questa auto sono state giudicate pari a quelle di un V8 tradizionale di 4.5 litri, da ciò la sigla 450h, dove la «h» sta per hybrid. L’Hybrid Sinergy Drive, sempre per massimizzare le prestazioni e ridurre i consumi, spegne automaticamente a vetture ferma al semaforo o quando si richiede bassa potenza il V6 a benzina, e impiega solo il motore elettrico. Quando si richiedono forti improvvise accelerazioni i motori operano contemporaneamente. In fase di rallentamento il motore a benzina si spegne mentre il generatore recupera l’energia cinetica trasformandola in elettrica e accumulandola nella batteria. Questo gruppo propulsivo ibrido realizzato per la Gs 450h possiede caratteristiche simili al sistema Hsd montato sul Suv Lexus Rx 400h già in commercio. Un antesignano dei motori ibridi è quello montato sulla Toyota Prius, eletta «Auto dell’anno 2005». L’innovazione avanza: Lexus introdurrà all’inizio del 2006 sul mercato italiano la nuova Is con motore Diesel. Già presentata al Salone di Ginevra è dotata di un propulsore a iniezione diretta common rail di 2.2 litri. Realizzato in alluminio, ha una potenza di 177 cavalli e ben 400 Nm di coppia massima. La Is adotta anche un motore benzina V6 da 2.5 litri a iniezione diretta, dotato di variatore di fase: 204 cavalli e 250 Nm di coppia a 3.800 giri. È un modello strategico per le potenzialità di diffusione. La nuova Is non è uguale a nessun’altra, né mostra richiami a una tradizione che di fatto non c’è, visto che il marchio giapponese è nato a metà degli anni Ottanta. Solo guardandola, la Is mostra tutto il suo potenziale. La sicurezza è garantita: dieci Airbag, inclusi quelli per le ginocchia dei passeggeri sono pronti a entrare in azione. La nuova Is Diesel è un’auto competitiva che farà parlare di sé.