A lezione di libertà di stampa In cattedra salgono i soliti noti

A lezione di «libertà di stampa» dai Buoni Maestri dell’intellighenzia... a senso unico. La Provincia di Roma ha dato il patrocinio all’iniziativa «Studenti e Cittadini» della Società Pannunzio, realizzata dai giornalisti Corrado Giustiniani e Stefano Trincia. In tre licei della capitale, il Mamiani (frequentato, tra l’altro, dai figli di Massimo D’Alema), il Newton e il Giordano Bruno, a partire da mercoledì si parlerà di libertà di stampa e dello stato dell’informazione in Italia. In cattedra anche Giulio Anselmi, presidente della Federazione italiana degli editori (Fieg), e una serie di giornalisti che la libertà di stampa la declinano a sinistra: tra gli altri, Antonio Padellaro (nella foto), direttore del Fatto quotidiano che inaugura il ciclo di lezioni al Giordano Bruno, e Bruno Manfellotto, alla guida dell’Espresso che inaugura quello del Newton. Invitati inoltre i giuristi Sabino Cassese e Stefano Rodotà, quest’ultimo editorialista di Repubblica. Tutto con la benedizione del presidente Pd della Provincia, Nicola Zingaretti.