La lezione di Madrid: i cronisti del Real non sono in ginocchio da Mourinho

Al contrario di quel che accadde ad Appiano Gentile, i giornalisti di Marca hanno scoperto il giochino oreganizzato dal portoghese ad Amsterdam provocando l'inchiesta dell'Uefa. Alcuni colleghi, dalle nostre parti, avranno preso visione e meditato?

Lo avevamo capito sin dalle prime battute: Josè Mourinho, il vate di Setubal, non avrebbe goduto in Spagna dell'immunità giornalista incassata nei due anni di Inter ad Appiano Gentile. É vero, anche dalle nostre parti, c'era stato qualche fiero oppositore: per esempio Andrea Ramazzotti del Corriere dello Sport aveva dovuto subire l'onta dell'aggressione fisica in quel di Bergamo senza ricevere la solidarietà immediata dei colleghi presenti all'episodio. Per esempio altri cronisti con la schiena dritta avevano rintuzzato le intemerate del portoghese ricordandogli i suoi scheletri nell'armadio (l'inchiesta sul Porto della sua gestione che interloquiva, per dirla alla Saviano, con gli arbitri,ndr).
E ancora: per esempio Fabio Monti del Corsera non aveva mancato di stroncarne le ambiguità e le invasioni di campo. Ma erano state eccezione nel panorama di un appiattimento collettivo con punte di autentica intelligenza con la panchina. I pettegolezzi dell'ambiente nerazzurro hanno riferito di domande confezionate a tavolino e servite calde calde per consentire al portoghese di dettare l'agenda giornalistica delle conferenze-stampa.
Quelli di Marca hanno fatto molto di più. Sono riusciti a smascherare l'ultima furbata di Mou e hanno documentato la sua regia nel richiedere a due giocatori, attraverso un porta-ordini, di farsi squalificare volutamente per cancellare dalla fedina calcistica la diffida che si sarebbe trascinato negli ottavi di Champions. In possesso della stessa documentazione, una denuncia del genere, pubblicata dal sito del quotidiano sportivo che viene considerato da sempre il riferimento dei madridisti , sarebbe finita sui giornali o sui siti italiani senza provocare accuse di alto tradimento? Ecco l'interrogativo da porre e il dibattito da lanciare. Per la seconda volta, da Madrid è arrivata una lezione di giornalismo autentico. E dobbiamo impacchettarla e portarla a casa.