«È una lezione, separiamo finanza e politica»

«A sinistra maturi la consapevolezza che finanza e politica devono viaggiare su binari autonomi e che in ogni caso la seconda non può e non deve mai essere subordinata ed ancella alla prima». Lo afferma Marco Rizzo, eurodeputato del Pdci, a proposito della vicenda Unipol, riferendosi ai Democratici di sinistra.
Una vicenda, dice, «di per sé davvero molto grave, che ci auguriamo non influisca negativamente sulle forze che potrebbero esserne lambite, ma che serva da monito».
Prosegue il deputato europeo dei Comunisti italiani: «I valori della cooperazione, che dovrebbero trovare nel mutualismo e nel solidarismo l’espressione più alta, non possono e non devono essere calpestati in nome delle plusvalenze detassate di qualche furbetto di turno».
«Certamente - dice Rizzo - qualcuno deve fare autocritica, ma nemmeno sarebbe giusto buttare il bambino con l'acqua sporca».