Libano, il generale Graziano al comando di Unifil

Beirut - Il generale Claudio Graziano è ufficialmente il nuovo capo dell'Unifil, la forza di pace dell'Onu in Libano. La nomina è stata decisa dal segretario generale delle Nazioni Unite Ban Ki-moon. Il mese prossimo prenderà il posto del collega francese Alain Pellegrini a capo della delicata missione di peacekeeping. Graziano è attualmente al Comando operativo di vertice interforze (Coi), che gestisce le operazioni militari all'estero. Tra i paesi impegnati in Unifil 2, la missione voluta dall'Onu per porre fine alla guerra tra Israele e gli Hezbollah, l'Italia è quello che contribuisce con il maggior numero di uomini, al momento circa 2.500. Pellegrini, comandante della missione fin dal suo inizio lo scorso agosto, lascerà l'incarico il 17 febbraio. Già comandante della Brigata multinazionale Kabul in Afghanistan, Graziano è generale di divisione dal 1 gennaio 2006 ed ha assunto l'incarico di capo reparto operazioni del Comando operativo di vertice Interforze della Difesa dal 15 marzo 2006. Nato a Torino, il 22 novembre del 1953, ha frequentato l'Accademia militare di Modena, dove ha conseguito una laurea in scienze Strategiche militari dal 1972 al 1976 , ed è stato nominato ufficiale di fanteria (Alpini) nel 1974.