Via libera all’ingresso di Aem Milano nel capitale di Acsm

Il consiglio comunale di Como, socio di maggioranza di Acsm, ha dato via libera giovedì sera all'ingresso di Aem Milano nel capitale con una quota pari al 20% derivante da un aumento di capitale riservato. L'aumento verrà sottoscritto dall'ex municipalizzata milanese anche mediante il conferimento della partecipazione azionaria detenuta in Serenissima Gas, di cui Aem è azionista al 71,44%. L'azienda comasca verserà inoltre nelle casse milanesi 7,1 milioni di euro. Al termine dell'operazione Acsm acquisirà 38mila clienti e asset attualmente detenuti da Aem in Lombardia, Veneto, Friuli-Venezia Giulia e Slovenia. Per effetto dell'operazione, la partecipazione del Comune di Como scenderà al 40,5% dal 51% detenuto a oggi. «Un risultato importante che consente all'azienda di crescere e allargare il proprio raggio d'azione» ha commentato il sindaco di Como, Stefano Bruni. Sfuma così l'ipotesi alternativa presentata in extremis da Asm Brescia che puntava a rilevare il 51% della ex municipalizzata lariana offrendo contanti. Entro giugno sarà convocata l'assemblea straordinaria dei soci di Acsm che dovrà varare in maniera definitiva l'accordo. Lo svanire della possibilità di una battaglia tra Aem Milano e Asm Brescia per la conquista di Acsm ha provocato un calo del titolo comasco, dopo che da giorni registrava forti rialzi in Borsa: ieri ha perso circa il 2,3% a 2,56 euro. In arretramento anche Aem Milano dello 0,79 per cento.