Via libera all’uso dei filmati di parte

Roma. L’uso di filmati di parte, secondo il modello Uefa - vedi il caso Totti agli Europei -, e non solo quelli delle quattro reti nazionali (Rai, Mediaset, Sky e La 7). Potrebbe essere questa una delle novità importanti per la prova tv, la cui versione riveduta e corretta verrà approvata dalla Federcalcio entro la fine di luglio. Sicuramente lo strumento televisivo verrà esteso per sanzionare non solo gli episodi di violenza, ma anche i comportamenti antisportivi. Ieri intanto è stata approvata la norma che permetterà a Collina di dirigere incontri del campionato italiano fino al 30 giugno 2006, prima della sua «promozione» a designatore. Nel frattempo il 27 luglio sarà scelto il successore di Bergamo e Pairetto: bocciate le ipotesi della commissione e (per incompatibilità) del numero uno dell’Aia Lanese. Questione stadi: Carraro ha comunicato che il Governo assumerà un formale impegno con l’Uefa per il finanziamento agli stadi, ma solo alle società che si impegneranno a sostenere in toto i costi degli impianti. Per quanto riguarda le iscrizioni ai campionati, oggi scadrà il termine per sanare le pendenze arretrate con il Fisco. A rischio il Messina in A, Genoa, Perugia e Salernitana in B. Tutte le società sarebbero invece in regola con il pagamento degli stipendi.