Via libera alle primarie delle idee

(...) degli strumenti irrinunciabili (programmi, alleanze, candidature) necessari per la prossima campagna elettorale». Obiettivo principale dell’incontro, pertanto, è quello di «ascoltare con molta umiltà e assoluta disponibilità la gente, da cui possono emergere le necessità pratiche della città e, fra l’altro, la sua nuova identità», dopo il definitivo tramonto della grande industria e in particolare della siderurgia. Non si tratta, a giudizio dei promotori dell’iniziativa, di dar vita alle classiche primarie per scegliere uno o l’altro dei candidati. «Il nostro scopo - aggiunge Costa - resta quello di accompagnare il cammino verso le elezioni identificando personalità e figure disponibili e in grado, per capacità, entusiasmo ed esperienza, di impegnarsi nelle amministrative del 2007».
Quale migliore strumento, quindi, delle «primarie delle idee», caratterizzate dal dibattito aperto fra cittadini e politici?, All’incontro parteciperanno, oltre a Costa, i consiglieri comunali Giuseppe Cecconi, Raffaella Della Bianca, Roberto Garbarino, Guido Grillo, Nicola Pizio, Matteo Rosso e Remo Viazzi, ed esponenti della cultura e dell'imprenditoria che presenteranno progetti e proposte per la gestione amministrativa della città; moderatore, Ferruccio Repetti. «I consiglieri si limiteranno a prendere nota delle richieste e delle proposte dei cittadini per rilanciare una città sempre più in crisi - conclude Costa -. Da questi appunti nascerà il programma di Forza Italia e forse uscirà anche il nome del candidato sindaco».