Via libera del Comune: la festa dell’Unità si farà al Montestella

Sì alla concessione dell'area del Montestella per la Festa nazionale dell'Unità, che quest’anno è in programma a settembre. Ma che sia l'ultima su un'area di verde pubblico, e soprattutto si realizzino gli interventi richiesti dai cittadini del quartiere per alleviare i disagi. È questo l'orientamento emerso ieri alla commissione Parchi e giardini del Comune. Approvata dalla giunta nel 2003, la concessione del Montestella alla Festa nazionale dei Ds aveva suscitato polemiche anche in Consiglio comunale, fino alla presentazione di una mozione - primo firmatario Paolo Massari (Fi) - che chiedeva esplicitamente di revocare la concessione. Ieri è stato però lo stesso Massari a proporre di rivedere il documento: «Via libera alla kermesse di quest'anno ma - spiega - in futuro deve essere chiaro che non si possono concedere aree verdi che rischiano di essere rovinate a manifestazioni politiche di così lunga durata».
La nuova mozione chiederà alla Giunta di attivarsi per realizzare già entro settembre gli interventi urbanistici chiesti dal Comitato Qt8, il quartiere adiacente al Mazdapalace.