Via libera dall'Ue al cuneo fiscale: "Non è aiuto di Stato"

Per Bruxelles il provvedimento è una misura di carattere generale
e non costituisce un aiuto di Stato. Restano
fuori dal taglio, invece, i servizi di pubblica utilità a concessione e tariffa regolamentata e le
amministrazioni pubbliche: esclusioni che per l'Ue "sono pienamente
giustificate"

Bruxelles - Via libera della Commissione Ue alla riduzione del cuneo fiscale varata dal Governo Prodi. Per Bruxelles - si legge in una nota dell’Antitrust europeo - "il provvedimento, in seguito ad alcune modifiche apportate dalle autorità italiane, è ormai una misura di carattere generale e, sulla base di ciò, non costituisce un aiuto di Stato". Introdotto nella scorsa Finanziaria, il taglio del cuneo fiscale è stato in seguito esteso dal Governo anche a banche e assicurazioni, inizialmente escluse dal provvedimento. Restano fuori dal taglio, invece, i servizi di pubblica utilità a concessione e tariffa regolamentata e le amministrazioni pubbliche: esclusioni che per Bruxelles "sono pienamente giustificate".