Via libera a Gdf privata

Il Senato francese ha approvato ieri l’intero articolato della legge sull’energia che autorizza la privatizzazione di Gdf, con 173 voti a favore e 137 contrari. In nottata i senatori avevano adottato l’articolo 10, quello più contestato perché autorizza lo Stato a scendere al 34% del capitale di Gdf, rendendo così possibile la fusione con Suez che sbarrerebbe la strada a un’eventuale Opa dell’Enel. Secondo una legge votata solo due anni fa per consentire l’apertura del capitale di Gdf e di Edf, lo Stato non poteva scendere al di sotto del 70%. La nuova legislazione, che apre la via alla fusione tra Gdf e Suez, prevede anche le misure necessarie in vista della liberalizzazione totale dei mercati dell’energia a luglio. La legge sull’energia è già stata approvata dai deputati all’inizio del mese.