Via libera a Praga alla «leggerezza» di Milan Kundera

Dopo 22 anni dalla sua prima pubblicazione «L'insostenibile leggerezza dell'essere», il romanzo di Milan Kundera, 77 anni, ambientato durante la «Primavera di Praga» del 1968, finalmente torna a casa: uscirà in Repubblica Ceca, dopo decenni di ostracismo imposto dal governo comunista dell'allora Cecoslovacchia alle opere dello scrittore ceco. La prima edizione del romanzo - da cui è stata tratta la sceneggiatura dell'omonimo film L'insostenibile leggerezza dell'essere (1988), interpretato da Daniel Day-Lewis e Juliette Binoche - fu pubblicata in Francia nel 1984, dove l'autore si rifugiò e dove tuttora vive e insegna alle Università di Parigi e Rennes. Ma soltanto ora i suoi concittadini potranno leggere il suo capolavoro in ceco. L’editore ceco «Atlantis» ha fatto sapere che l'edizione, davvero speciale, contiene aggiunte e correzioni apportate dallo stesso Kundera, che ha compiuto un lavoro di «riscrittura» particolarmente meticoloso, tenuto conto che alcuni passaggi sono stati ritradotti dal francese al ceco, dopo che il manoscritto originale è andato perduto.