Via libera Real: Cassano alla Samp a paga ridotta

Accordo fatto: la Samp pagherà 1,1 milione di ingaggio, i restanti 2,5 li mette il Real

Mancano le firme ma per Cassano alla Samp è fatta. Decisiva la missione di ieri a Madrid dell’amministratore delegato dei blucerchiati Beppe Marotta e del procuratore del giocatore, Giuseppe Bozzo, che hanno raggiunto l’accordo con il d.s. del Real Madrid Mijatovic. La Sampdoria pagherà al giocatore 1,1 milioni di euro, i restanti 2,5 saranno a carico del Real: Cassano (nella foto a sinistra) ha rinunciato ad altri 200 mila euro. Il talento pugliese - che debuttò in A nel 1999 con il Bari e ha ragginuto un massimo di 14 reti stagionali con la Roma nel 2003-04 - passa al club genovese con la formula del prestito per un anno, con diritto di riscatto a favore dei liguri. Se la Samp riscatterà il barese nel giugno 2008 e poi lo venderà a una cifra superiore a quella pagata, il 20% finirà nelle casse del Real Madrid.

Il giocatore concretizza così il suo desiderio di tornare in Italia dopo la breve e infelice esperienza in Spagna. Un obiettivo davanti al quale aveva declinato anche offerte inglesi. Cassano, 23 anni, farà coppia in attacco con un altro ex-romanista, Montella, in una Samp che si propone ora come una delle possibili sorprese del campionato. A patto che Marotta e il tecnico Walter Mazzarri vincano la scommessa di rilanciare uno dei talenti più puri espressi negli ultimi anni dal nostro calcio ma che rischia di perdersi per mancanza di disciplina.