Via libera al terzo polo in Toscana

Reti bancarie

Il consiglio di Reti bancarie (controllata dalla Banca popolare italiana) ha preso atto delle delibere dei consigli delle Casse di risparmio di Lucca, Pisa e Livorno con cui è stato approvato il progetto che porterà alla nascita del terzo polo bancario in Toscana. Lo comunca Reti bancarie secondo la quale l’operazione prevede la fusione per incorporazione della Cassa di risparmio di Pisa e della Cassa di risparmio di Livorno nella Cassa di risparmio di Lucca. Il nuovo soggetto assumerà la denominazione di Cassa di risparmio di Lucca Pisa Livorno. L’approvazione del progetto di fusione, che segue la cessione alla Cr Lucca delle 26 agenzie che appartenevano all’area territoriale regionale della Banca popolare italiana, rappresenta l’ultima fase del progetto industriale finalizzato alla creazione di un gruppo bancario regionale in grado di confrontarsi nei propri territori di riferimento con i principali concorrenti attivi nella Regione. Ieri il cda di Bpi ha nominato Vittorio Coda ed Enrico Perotti vicepresidenti della banca.