Via libera Ue all’accordo Fidis-Agricole

da Milano

La Commissione europea ha dato il via libera alla joint venture tra Fiat Auto e la banca francese Crédit Agricole per acquisire il controllo congiunto di Fidis Retail, società attualmente di proprietà di quattro banche italiane che finanzia i clienti finali per l'acquisto di auto. Ne ha dato notizia la stessa Commissione Ue. Il gruppo Fiat trasferirà a Fidis Retail, che cambierà la sua ragione sociale in Fiat Auto Financial Services (Fafs), le proprie consociate operanti nel finanziamento di concessionari per l'acquisto di automobili e nei servizi di gestione delle flotte. Le parti, è scritto in una nota della Commissione europea, svolgono le medesime attività di finanziamento di clienti finali per l'acquisto di automobili in Francia, Germania, Grecia, Italia, Polonia, Portogallo e Olanda, di finanziamento di concessionari per l'acquisto di automobili in Francia, Polonia, Portogallo, Grecia e Italia e nel leasing di autoveicoli industriali e in servizi di gestione delle flotte in Francia. La concentrazione proposta, però, «non dovrebbe suscitare preoccupazioni sul mercato orizzontale, tranne sui mercati francese e greco del finanziamento di clienti finali per l'acquisto di automobili». Considerate la posizione delle parti su questi mercati, la scarsa sovrapposizione delle loro attività in Francia e la presenza di forti concorrenti, «è improbabile che l'operazione proposta costituisca un grave ostacolo per l'effettiva concorrenza su tali mercati». L’operazione inciderà anche su vari mercati verticali, essenzialmente in Italia. Tuttavia, prima dell'operazione, indica la Commissione Ue, vi erano già relazioni verticali tra il gruppo Fiat e la joint venture.