«Liberali, uniamoci sotto la bandiera del Pli e prendiamoci Tursi»

Egregio Direttore, non sarebbe assolutamente necessario abusare della Sua ospitalità per rispondere all’amico Claudio Canepa.
Claudio Canepa e lo scrivente sono più amici «liberali» da sempre di quanto sembri.
La mia risposta non è per Cluadio ma per tutti quelli che hanno a cuore «una bandierina» che era il simbolo del grande P.L.I. (e le assicuro che non sono pochi).
Come ho scritto a Biondi oggi abbiamo il dovere di non creare alcun problema nella Casa delle Libertà Ma subito dopo dobbiamo garantire una presenza autonoma liberale (e lo Biondi lo ha condiviso).
Le anticipo che Momento Liberale è sempre stato disponibile a una dissolvenza nel P.L.I. e il mio comportamento in ogni circostanza lo conferma.
Gli errori del P.L.I. non sono a Genova, ma a Roma, ma non voglio entrare in inutili polemiche che interessano a pochi.
Il mio invito a Claudio per le prossime elezioni amministrative è immediato e Lui sa che senza il Suo aiuto, e speriamo anche quello di Biasotti, faremo poca strada. E poi possiamo fare il «quinto» per Franco Sensi che stimo enormemente come uomo e Liberale. (Anche se ogni tanto...spunta il radicale incallito).
Beppe Damasio
Momento Liberale