Liberalizzazione: il piano è pronto

Poste Italiane «ha predisposto in vista della scadenza europea per la liberalizzazione completa del mercato un piano strategico, che è stato presentato all’azionista lo scorso luglio». A sottolinearlo è stato l’amministratore delegato della società, Massimo Sarmi. Il piano, che ha valenza triennale ed è stato richiesto dal governo, ha come «esito - ha detto l’amministratore delegato - anche nello scenario di apertura del mercato, che Poste tenga il campo e continui la sua corsa nell’aumento della produttività». E rispondendo al ministro delle Comunicazioni, Paolo Gentiloni, che ha annunciato future iniziative di verifica della qualità del servizio: «Per noi - ha osservato Sarmi - lo Stato è soggetto azionista e regolatore, ma anche cliente che intendiamo servire al meglio. Ogni iniziativa volta alla qualità c’è stata, c’è e sarà sempre più coerente», ha concluso l’amministratore delegato.