Liberata una giovane schiava

Compra una minorenne in Romania, la porta in Italia con la promessa di un lavoro e poi la costringe a prostituirsi in strada, proculandole anche un aborto. Un romeno di 47 anni, Iancu Buzdugan, che teneva la minorenne segregata in due appartamenti, a Latina e a Tor San Lorenzo, sul litorale romano, dove l’uomo viveva con la moglie e i figli è stato arrestato con l’accusa di riduzione in schiavitù, sfruttamento della prostituzione minorile e procurato aborto dalla squadra mobile di Latina e dagli agenti del commissariato di Cisterna
La ragazza, alla quale era stato fornito un documento d’identità falso con un altro nome e la maggiore età, è stata segnalata dal personale della sala operativa sociale di Provincia e Prefettura di Latina attraverso il servizio delle unità di strada degli «Angeli custodi». Dal racconto della ragazza agli operatori sociali, la polizia ha individuato l’uomo, arrestato a Latina Scalo. La ragazza ha raccontato di essere stata comprata dal connazionale in Romania e portata in Italia alla fine del 2007 quando aveva 16 anni ed era incinta. Una volta in Italia l’uomo, dopo averle indotto l’aborto con l’ausilio di medicinali, aveva accompagnato ogni giorno la ragazza lungo la via Pontina, tra Cisterna e Aprilia, sottraendole poi il guadagno.