La Liberazione dal dominio nazifascista

Il 25 aprile 1945 i partigiani liberarono Milano dall’occupazione dei nazisti e dai fascisti. Anche la popolazione civile insorse e vaste zone dell’Italia settentrionale - e molte città - vennero liberate prima dell’arrivo delle truppe anglo-americane che, dopo aver superato l’ultimo ostacolo della Linea Gotica in Toscana, incalzano le truppe tedesche in ritirata nella pianura Padana. Il 21 aprile gli anglo-americani entrarono a Bologna e si aprirono definitivamente la strada verso la valle del Po. L’ultimo atto del fascismo fu il tentativo di fuga prima e la fucilazione poi di Benito Mussolini. Il Duce tentò di fuggire verso la Svizzera ma venne riconosciuto e catturato a Dongo da un gruppo di partigiani. Venne fucilato assieme alla sua compagna Claretta Petacci e i loro corpi vennero esposti il 29 aprile in piazzale Loreto a Milano.