Libero uno dei ragazzi accusati del delitto dell’ispettore Raciti

Era ai domiciliari con l’accusa di essere responsabile, con l’altro giovane Daniele Micale, della morte dell’ispettore Filippo Raciti, durante il derby Catania-Palermo del 2 febbraio del 2007: da oggi Antonio Speziale è libero per decorrenza dei termini della custodia cautelare. «Il ragazzo già da tempo era ai domiciliari, però lavorava e frequentava una comunità di recupero: ora è in libertà e continueremo a vigiliare su di lui, era un ultrà selvaggio e ora si sta avviando verso una vita tranquilla», ha detto il legale di Speziale, Giuseppe Lipera: «Per noi, in ogni caso, l’accusa di omicidio è assolutamente ingiusta, perchè non l’ha commesso».