Libero grazie all’indulto: i sicari lo uccidono sotto casa

Scarcerato in seguito all'indulto, ritenuto vicino al clan camorristico dei D'Alessandro, cugino di un pentito al quale avevano già ammazzato un fratello: Pietro Scelzo, 45 anni, è stato ucciso l’altra sera in un agguato a Castellammare di Stabia (Napoli). L'uomo è stato atteso dai suoi killer, in due in sella a una moto, sotto il portone della sua abitazione nel rione Santa Caterina: dieci i colpi esplosi, sei dei quali hanno raggiunto la vittima in varie parti del corpo. Sul fatto indaga la polizia. Una pista riguarda un'eventuale guerra per lo spaccio di droga, ma non si trascura la parentela dell'assassinato con Tommaso Scelzo, suo cugino di primo grado.