In libertà due indagati

Due scarcerazioni nell’inchiesta milanese sulle intercettazioni abusive. Sono stati rimessi in libertà Paolo Tilli, poliziotto della squadra mobile di Firenze, e Giorgio Serreli, ufficiale in pensione delle Fiamme gialle. «Tilli - spiega l’avvocato Federico Bagattini - è stato scarcerato senza alcun obbligo, siamo soddisfatti, è stata riconosciuta la bontà della nostra linea difensiva. Proseguiremo su questa strada per dimostrare la totale estraneità ai fatti». Secondo l’avvocato fiorentino Nino D’Avirro, «i chiarimenti forniti da Serreli hanno convinto il giudice della sua estraneità al reato di associazione a delinquere». Nei prossimi giorni, chiusa la fase degli interrogatori di garanzia davanti al Gip, inizierà la tornata successiva: gli indagati risponderanno nel dettaglio alle domande dei Pm. E verranno ascoltati nuovi testimoni. Fra questi l’amministratore delegato di Telecom, Carlo Buora. Buora è stato chiamato in causa proprio dall’ex responsabile della security di Telecom, Giuliano Tavaroli.