Libertà negata a sei arrestati

Milano. Restano in carcere 6 dei 15 presunti terroristi arrestati nel blitz relativo alle nuove Brigate rosse il 12 febbraio scorso e che avevano presentato ricorso al Tribunale della libertà. I giudici del Riesame, infatti, hanno rigettato ieri i ricorsi delle difese che chiedevano la scarcerazione. Accolta quindi la tesi del pm Ilda Boccassini della Procura della Repubblica milanese: gli arrestati sono pericolosi e la loro cattura ha salvato vite umane.