La libertà nel nome di Kennedy

Lucio Dalla mette in scena «Speak truth to power» un’intensa «piece» tratta dal libro di Kerry Kennedy, figlia di Robert

Marco Guidi

Il concerto sarà recuperato al più presto. Lucio Dalla torna alle origini con Speak truth to power, spettacolo tratto dall'omonimo libro di Kerry Kennedy, figlia di Robert. Dove? Lì dove transitò agli inizi della sua carriera, quel teatro Strehler che il direttore Sergio Escobar definisce come "la casa dei difensori della libertà". E nelle quattro serate (da oggi sino al 27 ottobre) curate dal cantautore bolognese (regista e direttore musicale) proprio di difensori della libertà si parla.
Speak truth to the power è la storia di 51 uomini e donne provenienti da oltre 40 paesi, che hanno lottato contro l'oppressione a favore dei diritti umani. Persone come Elie Wiesel, Dianna Ortiz, Desmond Tutu, il Dalai Lama, che hanno messo a repentaglio la propria vita per salvaguardare quella degli altri. A dar loro voce, nello spettacolo sceneggiato da Ariel Dorfman, tante star dello showbiz: Enzo Iacchetti, Ron, Vittorio Sgarbi, Marco Alemanno, Aldo Cazzullo, Gad Lerner, Piero Mazzarella. Solo per citarne alcuni.
L'idea dell'evento a Milano è nata dall'incontro di Kerry Kennedy con Afef, che subito si è mobilitata perché si tramutasse in realtà. Tanto che i promotori sono Telecom Progetto Italia e l'Associazione no profit "Robert Kennedy", di cui Kerry è fondatrice. Il resto è arrivato sulla scia di quanto già sperimentato negli Stati Uniti, dove celebrità del calibro di Sean Penn, Kevin Kline e Sigourney Weaver hanno dato il loro contributo per la rappresentazione di Speak truth to the power.
Gli attori sono disposti in ordine sparso sul palco, tutti davanti a un leggio. Da qui raccontano in prima persona la propria lotta, le lacrime, le sofferenze patite per difendere i diritti umani là dove vengono impunemente violati. L'unico a non stare davanti a un leggio è The Man (Marco Alemanno), colui che tira le fila della rappresentazione e collega le storie dei vari defenders, termine coniato dalla stessa Kennedy nel libro.
Speak truth to the power, Teatro Strehler, ore 19.30 e fino al 27 ore 20.30, ingresso gratuito con prenotazione obbligatoria al numero 848800304.