Libertà di parola ai parroci

I parroci avranno la libertà di predicare, all'interno delle chiese, quello che ritengono essere necessario per testimoniare la loro appartenenza in un determinato momento storico e attraverso le circostanze che quel momento impone? I parroci, la Chiesa parla al popolo che liberamente ha scelto di ascoltare, e che liberamente sceglierà una posizione. C'è un comandamento, dei dieci, che dice “non uccidere” ergo, se i cattolici ritengono che l’embrione è un essere vivente, la Chiesa deve obbligatoriamente e con forza affermare la sua posizione. Si può non essere in accordo, ma non si può continuare a parlare della Chiesa come di una realtà oscurantista e retrograda.