La libertà di viaggiare e dormire in appartamento

Gli affitti on line di case vacanza negli Stati Uniti sono passati dai 2.8 miliardi $ del 2007 ai 4.7 miliardi del 2010. Rentxpress asseconda anche le nuove tendenze in fatto di mete<br />

L'albergo? Macchè, molto meglio andare in appartamento. E' la nuova moda del momento: chia viaggia - per lavoro o per divertimento -, sceglie sempre più spesso di passare la notte in appartamenti in affitto. Ma fino a oggi la domana più frequente tra i viaggiatori era: come faccio a trovare un appartamento bello, comodo e magari anche economico? Bisognava spulciare ore e ore su forum, blog e siti amatoriali. Insomma: un'impresa. Ma da oggi non è più così.

Da New York, Washington, Los Angeles, San Francisco, Miami a Londra, Parigi, Bruxelles, Amsterdam, Berlino, Madrid, Barcellona, Oslo, Helsinki, Praga, Mosca. Da Dubai e Bahrein a Sydney e Melbourne. Da Pechino e Shanghai a Tokyo, Singapore, Bangkok, Phuket, Seul, Manila, Hanoi, Giacarta, Kuala Lumpur. Queste alcune delle “capitali” del mondo dove è possibile affittare appartamenti per periodi di breve o lunga durata, per lavoro o turismo, grazie a Rentxpress (www.rentxpress.com), società specializzata nell’affitto di appartamenti on line, finora limitatamente all’Italia e Parigi. Rentxpress è una società della holding ricettivo-immobiliare Windows on Europe, già leader di settore tramite la società Halldis (www.halldis.com), che gestisce oltre 1.200 appartamenti serviti nelle principali città italiane ed europee.  

Gli affitti on line di case vacanza negli Stati Uniti sono passati dai 2.8 miliardi $ del 2007 ai 4.7 miliardi del 2010. Rentxpress asseconda anche le nuove tendenze in fatto di mete. Un esempio è dato dai numerosi appartamenti in affitto e case vacanza proposte in Spagna, la meta preferita da italiani e tedeschi nel 2010, oppure in Francia, Gran Bretagna e Germania, i paesi europei che vantano una maggiore affluenza di investimenti provenienti dall’estero. Progressivamente Rentxpress sta allargando la propria offerta anche all’Est Europa, al Nord America, all’America Latina, all’Asia e al Pacifico.

Secondo le proiezioni del Fondo monetario internazionale (FMI, World Economic Outlook, ottobre 2010) il 2010 sarà l’anno di inversione per il Pil mondiale, dopo la contrazione del 2009, con una crescita del 4,8%. Il Corporate housing - che nasce negli anni ‘60 negli Stati Uniti e in Gran Bretagna e si diffonde in Italia negli anni 90 - è cresciuto notevolmente con la crisi del 2009. Un rapporto dell’aprile 2010 della Corporate Housing Providers Association (associazione degli operatori USA del corporate housing) evidenzia una crescita del settore dell’affitto temporaneo di appartamenti da parte delle aziende, che nel 2010 ha fatturato 2,47 miliardi di dollari (+7,4% rispetto al 2009). Lo studio d’inizio 2010 dell’”Osservatorio Business Travel” afferma che il 41% dei travel manager italiani prevedono un aumento della spesa in viaggi d’affari delle aziende di casa nostra rispetto al calo del 2009 e all’assestamento del 2010 (-2,2%). Nel 2010 la spesa per viaggi d’affari delle imprese italiane è salita a 17,3 miliardi di euro (+1% sull’anno precedente).

La domanda di affitti temporanei di appartamenti è anche aumentata grazie allo sviluppo di Internet, che facilita la ricerca e la prenotazione on line. Ciò ha creato anche una certa confusione, perché l’utente medio non sa orientarsi nell’ampia offerta e valutare la qualità. Oggi gli utenti chiedono operatori fidati, vogliono dialogare, essere guidati e scegliere parlando, nella propria lingua, con un esperto. Rentxpress non è un portale, ma un’azienda con un centro servizi, appartamenti selezionati in 100 capitali del mondo, proposti a un mercato globale, che parte dalla clientela acquisita del Gruppo Windows on Europe, che chiede supporto quando si viaggia per lavoro o per piacere. Per questo il sito www.rentxpress.com non si limita al servizio di prenotazione on line, ma il team di consulenti aiutano l’utente a trovare l’appartamento che corrisponda alle sue esigenze, garantendo un’assistenza personalizzata nella sua lingua qualunque sia il paese di destinazione. Buon viaggio... in appartameno.