Librai, una scuola per dare consigli

Ariela Piattelli

I librai sono una sorta di confidenti del lettore. Sono loro a dare consigli preziosi su cosa leggere a casa, o in vacanza, o su cosa regalare a un amico. Ma come iniziano i librai il loro mestiere? Fino ad oggi sono stati motivati e formati dalla loro passione per il mondo dei libri, ma ora le cose cambiano. A «Più libri più liberi» si tiene oggi l’incontro «Professione: Libraio. Primo corso di alta formazione di gestione della libreria» in cui (ore 18 sala Petrarca) verrà presentata la prima Scuola Librai Italiani. La scuola avrà sede ad Orvieto, ed il primo corso, che avrà inizio a marzo, prevede lezioni in aula e stage in libreria. Sarà il giornalista Corrado Augias a parlare del progetto che punta, sulla scia dell’esperienza di scuole già esistenti e operative in altri Paesi, a offrire la possibilità ai futuri librai di seguire un’esperienza formativa professionale.
La mostra-mercato «Più libri più liberi» continua ad animare il Palazzo dei Congressi con presentazioni di libri e incontri interessanti. E ieri anche qui è stata giornata di festa. Intere famiglie e ragazzi si sono messi in fila sin dalla mattina per entrare nel tempio del libro. I più giovani si sono diretti allo Spazio Blog dove si è discusso delle nuove frontiere del libro e dell’informazione. In realtà i nuovi mezzi di comunicazione sono spesso considerati antagonisti della «Galassia Gutemberg». Anche lo «Spazio Ragazzi» è stato meta privilegiata di famiglie e bambini. Oltre a una bella libreria di volumi per i più giovani e la mostra «Gocce di Voce», lo spazio è stato animato da un fitto programma di incontri e presentazioni di libri: l’autrice Luisa Mattia ha presentato il suo «La Magia di Stonehenge», sulla saga del Mago Merlino, mentre Maria Antonietta Di Legami, ne «L’angolo delle parole» ha letto storie, filastrocche e poesie ai piccolissimi. Gli appassionati di musica si sono diretti al Caffè Letterario dove si è tenuto l’incontro «Gli anni d’oro di John Coltrane» ed è stato presentato il libro «Blue Trane - La vita e la musica di John Coltrane» di Lewis Porter (Minimum fax). L’editoria è anche mezzo di solidarietà; e alla Sala Calvino si è parlato di diritti umani: in anteprima Pietro Del Soldà (portavoce dell’Amref) ha presentato l’edizione 2007 dell’agenda dei diritti umani che quest’anno è dedicata all’Africa.