La libreria di Notting Hill rischia di chiudere Mobilitazione dei vip per cercare di salvarla

Protagonista del film del 1999 con Hugh Grant e Julia Roberts, la libreria di viaggi <em>Travel Bookshop</em> tra due settimane potrebbe chiudere: il proprietario l'ha messa in vendita dopo 32 anni perché nessuno dei figli è disposto a continuare il business

Londra - E' una delle mete turistiche più famose di Londra, dopo che tra i suoi scaffali polverosi era nata la storia romantica tra Hugh Grant e Julia Roberts nel film del 1999 Notting Hill. Ma oggi la celebre libreria Travel Bookshop, a due passi da Portobello Road rischia di chiudere. Se non si troverà un compratore entro due settimane il negozio di libri di viaggio gestito nel film dal timidissimo Grant, sbaraccherà una volta per tutte dopo circa 32 anni di storia.

In cerca di un erede Il negozio, fondato nel 1979, è stato infatti messo in vendita dal suo proprietario Simon Gaul che non ha trovato nessuno dei figli disposto a continuare il business. Ma messo sul mercato a maggio scorso è ancora senza un compratore. L’insegna "Closing down" campeggia sul portoncino del negozio. E su Twitter e Facebook la stessa libreria ha dato il triste annuncio: "Buon giorno a tutti: da oggi scattano le due settimane alla chiusura. Giorni tristi ma abbiamo ancora il sorriso sui nostri visi: Grazie per tutti i vostri messaggi". L’attore americano Alec Baldwin, che nel film interpretava il ruolo del fidanzato della Roberts, si è fatto addirittura promotore di una campagna per salvare la libreria. Impegno molto esoso: si tratterebbe infatti di ripianare debiti accumulati nell’anno pari a 42mila sterline, circa 60mila euro.