Libretti al macero, silenzio assordante

(...) di due articoli in cui - lo ricordiamo solo a chi non risponde, ma dovrebbe aver letto comunque, anche se fa finta di essere stato qualche giorno fuori sede - s’è cercato di far luce sul mistero inglorioso del libretto stampato, pagato e pronto da allegare al quotidiano «Il Sole 24 ore-Nord Ovest», infine tolto di mezzo - da chi? perché? - con un blitz che sa di purga staliniana «de nöiatri» o di rogo dei 20mila volumi «decadenti» a Berlino (applicato agli opuscoli «eretici» di Palazzo San Giorgio). Come se la Relazione di fine mandato, un atto pubblico di assoluta e dovuta trasparenza amministrativa, fosse diventato improvvisamente un pericolo pubblico, roba tipo la censura della Curia ai film d’una volta: non solo «adulti con riserva», ma addirittura «escluso» in quanto pericoloso, turbativo, gravemente immorale.
Di fronte a tanto accanimento, per una pubblicazione tecnica che si limitava a riportare i dati di quattro anni di governo del porto, si è mobilitato anche il consigliere regionale Matteo Rosso (Forza Italia): ha rivolto un’interpellanza al presidente della giunta Claudio Burlando, che siede in comitato portuale e, quindi, è in grado di sapere da chi e come è stato deciso il macero. Ma Rosso, che ha un aplomb d’altri tempi, ha usato le parole dello stile; altri, esasperati, hanno usato le parole del gatto, insomma, a essere sinceri, qualcuno s’è incazzato (pardon): «Ma come? - hanno scritto al Giornale - Si parla tanto di contenere gli sprechi, di tagliare le spese, di ridimensionare i costi della politica. E poi si buttano dalla finestra 56mila euro, soldi nostri, dei cittadini, con questa disinvoltura? Non è un po’ troppo per far dispetto al presidente uscente Giovanni Novi?». Una spiegazione terra terra, quest’ultima, che chissà come è venuta fuori... Senza dubbio chi di dovere è in grado di smentirla. Domani, forse, o dopodomani. Un giorno o l’altro, diciamo. O forse mai. Ecco, mai. Che soddisfazione sarebbe ricevere una smentita! O almeno una risposta.