L'ibrido di Toyota e Lexus al top per le company car

Auris è il modello più gettonato nelle flotte Business Pack e Safety Sense: ancora più sicurezza

Piero Evangelisti

Toyota e il brand di lusso Lexus sono oggi in grado di offrire una gamma molto ampia per il settore delle company car e dei noleggi a lungo termine ad aziende e professionisti, due linee di autovetture che hanno il loro punto di forza nell'alimentazione hybrid e nella tecnologia di assistenza alla guida, senza trascurare il design innovativo che rende ogni modello immediatamente distinguibile. «Abbiamo creato una linea business da Yaris a Rav4, da CT Hybrid a Nx hybrid spiegano in Toyota Italia, a conferma della crescente importanza del settore fleet - per avere un prodotto completo di tutti gli equipaggiamenti considerati fondamentali per lo user chooser, con contenuti tecnologici che mirano a garantire una maggior sicurezza del driver e una miglior fruibilità dei dispositivi a bordo (smartphone, navigatore, ecc); ciò ci consente di andare incontro alle esigenze della stragrande maggioranza delle car policy, e di avere un prodotto facilmente individuabile e quotabile dagli operatori del noleggio a lungo termine, massimizzando il valore residuo dei modelli».

Toyota e Lexus hanno già venduto a livello mondiale oltre 9,5 milioni di vetture ibride, un dato che dimostra la validità di questa scelta che la Casa della doppia ellisse ha compiuto con molti anni di anticipo rispetto ai concorrenti: ma come si pone oggi il settore business nei confronti dell'ibrido? «Per quanto riguarda il canale Flotte possiamo dire che se fino a ieri poteva esserci una criticità relativa ai canoni di noleggio, oggi tale ostacolo è ampiamente superato precisano in Toyota -: la diffusione del prodotto, le economie di scala, l'aumento dei valori residui grazie anche al supporto dei noleggiatori sono fattori che hanno contribuito alla competitività delle versioni ibride della nostra gamma. Oggi una vettura ibrida ha un canone molto simile, se non uguale, a quella di una vettura con motorizzazione convenzionale, e i costi di manutenzione ordinaria non sono superiori a quelli delle motorizzazioni diesel, mentre quelli della manutenzione straordinaria sono notevolmente più bassi».

Leader tra i clienti privati nella versione Sports Tour, Toyota Auris Hybrid, anche nella versione berlina, è il modello più gettonato dalle flotte. Auris, sottoposta con il Model year 2016 ad affinamenti tecnici mirati ad accrescere il piacere di guida, aumentare la silenziosità di marcia e a fornire una rinnovata tecnologia multimediale (nuovo il sistema Toyota Touch 2 con schermo da 7 pollici), continua a offrire anche due motorizzazioni diesel 1.4 e 1.6 D-4D, tuttora richieste dal settore flotte. Anche per Auris ci sono le versioni Business che si presentano con un equipaggiamento di serie, molto ricco, studiato per questa clientela, al quale possono essere aggiunti, a un prezzo molto interessante, un Business Pack e il Toyota Safety Sense che raggruppa i dispositivi di assistenza alla guida fondamentali per una guida sicura. Per il prossimo anno Toyota si aspetta ottimi risultati di vendita per il nuovissimo C-Hr anche nel settore delle flotte e dei noleggi, un comparto sempre più sensibile agli Sport utility vehicle.